“Nel merito e oltre il Campanile”, il convegno sulla gestione dei rifiuti organizzato da Legambiente Verde Città, tenutosi mercoledì 17 maggio nella sala conferenze della chiesa di S. Domenico di Putignano.

L’incontro è nato dalla volontà del Circolo locale di Legambiente per discutere con la cittadinanza della tematica dei rifiuti e del compostaggio a seguito della decisione dell’amministrazione comunale che, con una delibera di giunta, si è resa disponibile verso la Regione ad accogliere sul proprio territorio un impianto per la valorizzazione della frazione organica dei rifiuti, derivanti dalla raccolta differenziata.

L’incontro, con l’ausilio di esperti del settore, è stata occasione di discussione più ampia sul ciclo rifiuti in Italia e  in Puglia, e sulla necessità di dover andare verso una politica di chiusura del ciclo. Un incontro di partecipazione pubblica dove si è avuto modo di affrontare e discutere tematiche e decisioni dell’amministrazione di Putignano, ma anche sulle politiche di gestione rifiuti della Regione Puglia, e sulla necessità di una revisione della gestione dei rifiuti stessa. Infatti gli impianti della Regione Puglia continuano ad andare in emergenza e si è costretti a trasportare i rifiuti pugliesi nelle altre regioni italiane, comportando un aumento della tassa rifiuti per i comuni. A tal proposito sono intervenuti esperti nazionali e regionali in materia: Giorgio Zampetti, coordinatore comitato scientifico di Legambiente; Domenico Giannandrea, sindaco di Putignano; Francesco Tarantini, Presidente Legambiente Puglia e Beppe Croce, che ha illustrato alla platea il progetto Isaac. 

The contents of this web site reflect only the authors’ view and the Innovation and Networks Executive Agency is not responsible for any use that may be made of the information contained therein.