I ricercatori dell'IIA negli istituti marchigiani per parlare di biogas e biometano

L'”Educational Tour” è entrato nel vivo. I ricercatori dell’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del CNR (CNR-IIA), partner del progetto ISAAC, sono in questi giorni impegnati negli istituti superiori delle Marche per raccontare agli studenti i benefici legati alle energie rinnovabili, nello specifico biogas e biometano. Le attività didattiche sono previste in sette regioni italiane, di cui le Marche sono la prima. Seguiranno Campania e Sicilia. L’Istituto Agrario “Garibaldi” di Macerata ha fatto da apripista, con risultati incoraggianti. Gli studenti si sono dimostrati interessati, ed hanno interagito con i ricercatori del CNR-IIA attraverso domande ed osservazioni.

Le attività didattiche, gestite da Legambiente e dal CNR-IIA, sono strutturate in due moduli: una prima parte sui cambiamenti climatici e sulle energie rinnovabili, ed una seconda più specifica sulle tematiche del biogas e del biometano. I ricercatori del CNR-IIA hanno approntato un prototipo di digestore anaerobico, installato all’interno del mezzo mobile dell’Istituto, per mostrare “praticamente” ai ragazzi come avviene la produzione di biogas a partire dalla biomassa. Inoltre, l’IIA ha sviluppato una APP (Buck Bradley Comic Adventure), un’avventura grafica interattiva a fumetti per esprimere, attraverso il gioco e quindi in maniera interattiva ed orginale, alcuni concetti legati a cambiamenti climatici, sostenibilità ambientale ed energie rinnovabili. Il primo episodio, già disponibile per smartphone e tablet android, presto anche per dispositivi IOS, è incentrato su biogas e biometano.

The contents of this web site reflect only the authors’ view and the Innovation and Networks Executive Agency is not responsible for any use that may be made of the information contained therein.