La nuova avventura a fumetti interattiva è disponibile per android.

Cosa succederebbe alla terra se smettessimo di preoccuparcene? È da questa domanda – tanto semplice quanto complessa – che nasce Buck Bradley Comic Adventure, un’App – disponibile su GooglePlay e presto anche su Apple Store – finalizzata a sensibilizzare i più giovani sui temi del biogas e biometano. Si tratta di una serie di Comic Adventures Games, videogiochi interattivi a fumetti, pensati per affrontare i temi legati alla sostenibilità ambientale in modo nuovo e stimolante. L’app, disponibile già da qualche giorno, è nata grazie all’iniziativa promossa dal CNR-IIA (Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto sull’Inquinamento Atmosferico) in collaborazione con il team del progetto ISAAC (Increasing Social Awareness and Acceptance of biogas and biomethane) nell’ambito del programma europeo di ricerca ed innovazione Horizon 2020.

È attraverso il gioco che i ragazzi riusciranno a comprendere i meccanismi che governano l’ecosistema in cui viviamo, imparando a fare tesoro di alcuni comportamenti virtuosi per la vita di tutti i giorni. L’avventura grafica, ambientata nel mondo compromesso di TerraStramba, narra le vicende di Buck Bradley alle prese con una missione importante: riportare alla sua forma umana originale Ciroki, la sua migliore amica, mutata in un mostriciattolo proprio quando è sul punto di confessare il suo amore a Buck. Il ragazzo cercherà di trovare qualcuno che possa aiutarli, armandosi di un “poderoso” side-carriola a pedali, e partendo all’avventura nel mondo di TerraStramba. Buck Bradley è solo il primo protagonista di una serie di storie ambientate in questo bizzarro mondo dove le risorse non rinnovabili sono esaurite e in cui l’umanità si sta riorganizzando con energie sostenibili per ricomporre la società. Una realtà caotica e surreale in cui residui dell’era precedente (la nostra!!!) si mescolano con la nuova, in cui vi sono umani mutati, mucche carnivore, delfini che nuotano nell’acido e tanti altri luoghi e creature bizzarre.

The contents of this web site reflect only the authors’ view and the Innovation and Networks Executive Agency is not responsible for any use that may be made of the information contained therein.