Mercoledì 27 settembre si è tenuto il primo incontro di approfondimento su rifiuti, biogas e biometano

Andria – Mercoledì 27 Settembre si è tenuto, presso l’Officina San Domenico in via Sant’Angelo dei Meli, 36 ad Andria, il primo incontro pubblico del Processo Partecipativo organizzato nell’ambito delle attività del progetto ISAAC.

Si è trattato di una approfondimento sulla situazione dei rifiuti e sul relativo piano regionale, sul biogas/biometano e sulle potenzialità di queste energie rinnovabili per il territorio pugliese.

All’incontro, introdotto da Giorgio Zampetti, Responsabile Scientifico di Legambiente, erano presenti Gianfranco Grandaliano, Commissario Straordinario dell’Agenzia Regionale per la Gestione del Ciclo dei Rifiuti della Regione Puglia, il prof. Massimo Monteleone, del Dipartimento di Scienze Agrarie, degli Alimenti e dell’Ambiente dell’Università di Foggia, ed il Sindaco di Andria Nicola Giorgino.

 

Il Processo di Partecipazione è una possibilità offerta ai cittadini di influenzare gli esiti di piani e procedure che riguardano il loro territorio.

Le modalità della partecipazione possono essere molteplici, ma la caratteristica principale è quella di non avere un risultato preordinato. Ai partecipanti viene chiesto infatti di portare le proprie posizioni, dubbi e incertezze ma soprattutto il proprio interesse ad ascoltare e comprendere le altrui posizioni, in modo tale che tutte le persone coinvolte, alla luce di una più approfondita conoscenza, possano esprimere un giudizio consapevole sui temi trattati.

Il principale obiettivo del processo di partecipazione che verrà proposto è produrre un risultato il più ampiamente condiviso sul tema del biogas/biometano e su specifici progetti, fornendo ai partecipanti le conoscenze base per giudicare e distinguere un buon impianto da un impianto che non presenta caratteristiche di sostenibilità. Tanto più i partecipanti saranno consapevoli alla fine del processo di partecipazione, maggiore sarà la loro capacità di esprimersi sul tema senza pregiudizi o per sentito dire, ma grazie ad una conoscenza approfondita della questione.

Ad

The contents of this web site reflect only the authors’ view and the Innovation and Networks Executive Agency is not responsible for any use that may be made of the information contained therein.